Biografia

Le opere di Silvana Mascioli racchiudono in sé istanze multiple e sfaccettate, nel tentativo di trovare un sistema di sinergie nell’ambito della comunicazione sul concetto di individualità socioculturale, al fine di creare un luogo capace di generare un punto di incontro collettivo delle diversità e di giungere ad un momento di speculazione filosofica sul ruolo dell’uomo. Comunicazione, dialogo, coscienza del sé e dell’altro, in una scala di mutamenti che comportano flussi di energia continui, tanto da dar luogo ad un moto energetico di stampo positivista, da intendersi quale momento di ricostruzione e di rinnovamento. Così, il rapporto iniziale di Silvana Mascioli con 1'"Optical art" si è sviluppato progressivamente attraverso ricerche, concentratesi sempre più sulle forme, sui colori fondamentali e sui nuovi materiali, che sono state volte all’individuazione planetaria dell’energia pura, come nutrimento essenziale alla sopravvivenza umana e globale, a favore della vita; nelle sue opere, le rappresentazioni delle relazioni soggettive ed oggettive, materiali ed immateriali, naturali e sovrannaturali, sembrano quasi vagare nello spazio, nuotando nelle acque soffici delle unità cosmiche. Silvana Mascioli ha esposto in importanti manifestazioni in Italia (Biennale d’Arte Internazionale di Venezia, ecc.) ed all'estero (Russia, Stati Uniti, Cina, ecc.) ed ha partecipato a progetti pilota europei per lo sviluppo delle relazioni tra Arte-Città-Ambiente-Territorio.