Biografia

SIMONE TIRELLI - C'è qualcosa di non propriamente convenzionale nella mia pittura che non riguarda tanto la sostanza formale del disegno quanto piuttosto la tecnica di esecuzione. Tutti i miei lavori sono realizzati in digitale con un iPad ed un pennino capacitivo. La sorgente digitale possiede una sua peculiarità intrinseca, il foglio elettronico può essere di qualsiasi dimensione siamo in grado di immaginarlo e la penna diventa pennello, matita, pastello, aerografo, acquerello...Il limite oggettivo di tutto questo ovviamente è l'aspetto materico che per paradosso diviene ancora più imprescindibile. Nessun lavoro e' veramente finito fino a quando non viene trasposto su un supporto tangibile che sia esso carta, cartoncino, tela o altro e questa continua ed ineludibile contraddizione ha in se, sempre, a mio avviso, un che di sorpresa e fascino.