Biografia

• Chi sei? Mi chiamo Davide Garrone, nasco a Torino nel 1966 • Cosa usi per la fotografia? La passione inizia negli anni ’80 con una Yashica FX3. Poi Minolta per passare infine al digitale. Utilizzo Olympus per qualche anno e poi mi converto a Nikon con D300S. L’ultima arrivata è una Nikon D750 • Cos’è la fotografia per te? E’ fondamentalmente emozione • Fotografo fai da te o hai frequentato corsi? Nasco “fai da te” poi nel 2012 frequento un corso base con il maestro Domenico Grossi. Nel 2016 mi perfeziono con il maestro Mosè Franchi • Un aneddoto: La fotografia è negli occhi di chi la guarda • La tua prima fotografia: ce l’hai ancora? Credo di sì. Ho due grossi scatoloni di fotografie che mi sono sempre ripromesso di riordinare • Il tuo capolavoro o lo scatto preferito? Domanda veramente difficile, o meglio difficile trovare una risposta equilibrata senza far torto a nessuna foto. Uno degli scatti preferiti è fatto alle Frecce Tricolori con uno zoom 150/600. Era difficile riuscire a seguire i loro passaggi. Ma i dettagli mi hanno dato soddisfazione. • Hai una musa ispiratrice? Forse la quotidianità e lo spirito di osservazione. Spesso però mi rammarico di non aver sempre l’attrezzatura a portata di mano. • La tipologia di fotografia preferita Mi appassiona la fotografia sportiva e l’espressività dei volti e mi incuriosisce moltissimo il movimento dell’acqua • Un’ora per una foto o 10mila foto all’ora? L’ho anche scritto nella presentazione della mia prima mostra fotografica… Non importa se ti serve un solo scatto (allora sei stato bravo) oppure cento scatti (allora sei stato bravissimo perché hai perseverato nel tuo intento)… l’importante è riuscire ad emozionare • Un desiderio: cosa o chi vorresti fotografare? Un desiderio enorme! Fotografare un Gran Premio di Formula 1 (Montecarlo) • La foto è fatta in macchina fotografica o al computer? La fotografia nasce nella tua testa e poi passa attraverso la macchina fotografica. Il fotoritocco è un aggiustamento a volte necessario ma non fondamentale • Qualche suggerimento per i lettori? Voglio riportare il suggerimento che ho ricevuto dal maestro Mosè Franchi…. “girate sempre con un taccuino e una matita. Prendete appunti. Magari vi viene in mente di voler fare una fotografia particolare ad un soggetto, ma non avete l’attrezzatura con voi. Non desistete. Segnatevi l’idea che vi è balenata in testa e riprovateci”